Autodichiarazioni false su redditi stranieri: Bosco (LN): “Il PD cerca una soluzione che c’è già”

Si è concluso oggi con una bocciatura in aula, il lungo iter dell’odg con il quale chiedevo al Comune di Bologna di introdurre l’obbligo, per i cittadini stranieri che richiedono misure di sostegno sociale, di fornire la documentazione attestante la situazione patrimoniale all’estero.
L’obbligo in questione è già disposto dalla normativa nazionale, sia dal Testo Unico sull’Immigrazione che dal Testo Unico sulla Documentazione Amministrativa. Un obbligo regolarmente applicato dall’INPS, da numerosi enti (Università di Bologna, Ente Regionale per il Diritto alla Studio) e dai Comuni a guida leghista.
La legge è semplice, solo atti, fatti e qualità personali attestabili o certificabili da soggetti pubblici o privati italiani può essere oggetto di autocertificazione, l’estensione di questa possibilità anche ai cittadini stranieri sarebbe riconosciuta ma la sua applicazione è rimandata di anno in anno, presumo per ragioni applicative. Quindi non solo gli extracomunitari non potrebbero autocertificare ma il Comune di Bologna accetta da loro autocertificazioni di documenti che la legge non consentirebbe di autocertificare ai cittadini italiani. Oggi il PD, per mezzo del Capogruppo Mazzanti, ha annunciato che il Comune è alla ricerca di una soluzione utile a ovviare al problema delle false dichiarazioni che consentono ai cittadini stranieri di accedere a servizi sociali dei quali non avrebbero bisogno.
Ma la soluzione c’è già, si chiama “applicazione della legge”, l’onere di dimostrare il possesso o la mancanza di redditi e patrimoni all’estero è a carico degli interessati, non degli enti locali. Molti comuni a guida leghista hanno applicato la legge e gli effetti principali sono stati due: i furbetti e i cacciatori di servizi hanno lasciato il territorio e diverse risorse sociali si sono liberate per i veri bisognosi.
https://youtu.be/rlXzFIYbAQ0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.