Islam in carcere, Bosco (LN): “Entrano delinquenti, escono terroristi, non ripetiamo errori del modello francese”

Islam in carcere, Bosco (LN): “Entrano delinquenti, escono terroristi, non ripetiamo errori del modello francese”

Al di la delle rispettive posizioni, è innegabile l’abisso che separa la realtà raccontata dai sindacati di Polizia penitenziaria che lamentano fenomeni di radicalizzazione e ghettizzazione e quella raccontata nelle udienze conoscitive organizzate in aula e carcere dal Comune di Bologna e nelle quali la Direttrice del Casa circondariale ci rassicurava sulla situazione del carcere bolognese escludendo che tra gli ospiti della Dozza ci possano essere pericoli per la collettività.
I governi francesi per anni hanno promosso l’indottrinamento religioso per i detenuti musulmani, convinti così di contrastare la loro recidività, i risultati sono stati catastrofici e culminati nelle stragi parigine di matrice islamista. Sulla questione è fondamentale fare chiarezza, per questo, come annunciato in Aula di Consiglio, ho chiesto una specifica udienza conoscitiva al fine di avviare un confronto costruttivo e chiarificatore sui fenomeni dell’integrazione e della radicalizzazione in carcere.

Related Posts
UmbertoBosco

Leave a reply