Se le idee del mio nemico sono uguali alle mie, devo cambiare le mie idee

Qualcosa mi dice che il vandalismo sui manifesti referendari della Lega Nord non è opera dei sostenitori del No al referendum sulle trivelle.
Qualcuno è talmente “contro” da non poter tollerare che persone che disprezza possano condividere alcune sue idee o posizioni. Forse non lo tollera perché si vedrebbe costretto a umanizzare il nemico. Per la stessa ragione, quando raccogliemmo le firme per i referendum abrogativi su Fornero, Merlin, Mancino e Prefetture, ai banchetti della Lega Nord, le zecche non si avvicinavano per firmare, bensì per insultarci. Non sarei sorpreso di scoprire che all’ultimo Referendum qualcuno ha votato No solo perché la Lega sosteneva il Sì.

L’analogia del marito che si evira per fare dispetto alla moglie vi sembra azzeccata?

Voi che dite?

Umberto Bosco
Candidato Consigliere Comunale
Lega Nord a Bologna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.