Scritte sui muri e droga, Bosco (Lega): “inerzia Giunta è ragione più plausibile”

Scritte sui muri e droga, Bosco (Lega): “inerzia Giunta è ragione più plausibile”

Gli esseri umani sono portati a vedere schemi, in questo siamo meglio di qualsiasi altra specie e computer ma talvolta vediamo schemi che non esistono. A Bologna circola tanta droga e ci sono tante scritte sui muri. Penso che Lepore non si riferisca ai murales artistici, semmai a tag o scritte incomprensibili che possono sembrare messaggi in codice. Personalmemte ritengo che gli spacciatori di droga siano sufficientemente “sgamati” da comunicare attraverso messaggi criptati di tipo digitale, più affidabili di scritte che potrebbero essere cancellate o alterate. Non escludo categoricamente l’idea che le bande criminali si siano spartite il territorio felsineo marcandolo con dei segni distintivi ma invito la Giunta ad applicare il principio del rasoio di Occam che suggerirebbe una spiegazione più semplice, cioè che a Bologna gira tanta droga e ci sono tante scritte sui muri per la combinazione di due fattori: la presenza di giovani (la categoria più attiva sia nel consumo di stupefacenti, sia nel vandalismo grafico dei muri) e il l’inerzia delle istituzioni che non hanno mai fatto abbastanza nell’attività di contrasto e prevenzione dei due fenomeni.

Related Posts
UmbertoBosco

Leave a reply